Prima di partire

1.PRIMA DI USCIRE DI CASA…

  • Inserire l’allarme in casa se presente;
  • Chiudere a chiave porte e finestre;
  • Chiudere il gas;
  • Staccare la luce (a meno che non abbiate un congelatore o un allarme, nel qual caso staccate tutte le prese inutili e spegnete tutti gli interruttori);
  • Innaffiare le piante;
  • Portare gli animali in pensione o da chi se ne deve occupare;
  • Ascoltare le previsione del tempo della vostra città, per sapere come vestirvi al momento della partenza;
  • Consultate i link utili di questo sito per informarvi sulle condizioni meteo dei paesi che vi apprestate a visitare, così da preparare correttamente il vostro bagaglio;

2.PRIMA DI AFFRONTARE UN VIAGGIO ALL’ESTERO

  • Partire per l’aeroporto, la stazione o il luogo di partenza del bus con buon anticipo considerando che, quello che per voi è l’inizio di una vacanza, per migliaia di altre persone potrebbe essere l’ora di punta;
  • Indossare abiti comodi, che non si stropiccino, perché il viaggio potrebbe essere lungo. Siate preparati ad eventuali cambi di temperatura;
  • Indossare le scarpe più comode in assoluto: sull’aereo o sul bus i piedi tendono a gonfiarsi, quindi le scarpe strette possono peggiorare le cose;
  • Nel caso di viaggio in aereo nel momento in cui passate il controllo di sicurezza ricordate che i raggi X possono danneggiare le pellicole o i film che avete nella borsa. Ricordate che il peso del bagaglio a mano non deve superare i Kg.5. Nel bagaglio a mano non potete portare alcun tipo di oggetto metallico (tipo posate, forbici, etc. e liquidi in confezioni che eccedono i 100ml);
  • A causa dello sbalzo di pressione, durante il volo probabilmente vi si tapperanno le orecchie e ci sentirete meno, deglutire e sbadigliare in genere risolve il problema, può aiutare il masticare un chewingum. Un neonato raggiunge istintivamente lo stesso risultato piangendo, ma se volete risolvere quel problema meno rumorosamente, date al bambino il biberon da succhiare durante la salita dopo il decollo e durante la discesa prima dell’atterraggio;
  • Non rimpinzatevi di cibo a bordo dell’aereo e bevete molta acqua per attenuare gli effetti della disidratazione;
  • I bambini nei viaggi lunghi possono diventare noiosi ed irritabili, per questo è importante cercare di farli divertire e tenerli occupati, e non lasciarli correre su e giù per i corridoi di qualsiasi mezzo di trasporto;
  • Se viaggiate con dei bambini, tenete a portata di mano tutto quello che vi può servire, nel vostro bagaglio a mano: il giocattolo preferito, il biberon, gli album da colorare, e quanto necessario per intrattenerli;
  • L’uso di apparecchiature elettroniche può causare interferenze con gli strumenti di navigazione dell’aereo. Non accendere dunque telefonini, radioline, trasmettitori e quant’altro. I pace-maker in genere non creano problemi, tuttavia comunicare sempre al personale di bordo l’uso di tali dispositivi.

3.ALL’ARRIVO…

  • Qualora  il vostro bagaglio non venisse consegnato rivolgetevi all’accompagnatore il quale provvederà ad inoltrare il modulo di reclamo alla compagnia, al fine di ottenere una riconsegna dello stesso il prima possibile;
  • Ricordate tuttavia che la riconsegna del bagaglio non dipende in alcun modo dalla volontà dell’accompagnatore e tanto meno della nostra organizzazione;

4.COME SCEGLIERE LA VALIGIA

  • Un viaggio lungo significa che resterete lontani da casa per un periodo piuttosto lungo, quindi una valigia grande, ben fatta e durevole è quello che ci vuole, accompagnata da una borsa adatta da portare a mano durante il viaggio.
  • Se viaggiate in aereo,  le compagnie preferiscono stivare nei bagagli le valigie rigide. Non c’è dubbio che le valige rigide siano le più resistenti e sopportino i trattamenti più rudi! In ogni caso, una valigia morbida di buona qualità, sarà ugualmente in grado di sopportare il trattamento poco delicato a cui vengono sottoposti i bagagli e anche le temperature sotto lo zero delle stive degli aerei.
  • Se viaggiate in treno, comprate una valigia con le ruote: i facchini e i carrelli non si trovano mai quando occorrono.
  • Per chi effettua un viaggio in bus, le valige morbide sono probabilmente la scelta migliore: si può infilare e comprimere negli spazi più angusti, cosa impossibile con una rigida.
  • Come regola generale, tenete presente che chi più spende, meno spende. Se comprate valigie a buon mercato, non aspettatevi che durino per molti viaggi.

5.COME PREPARARE LE VALIGE

  • Non mettete in valigia quanto segue:
    passaporto, denaro, carte di credito, chiavi, gioielli, macchine da presa molto costose, documenti, medicine, occhiali o qualunque altra cosa che sia di valore, fragile o insostituibile o che potrebbe servirvi per il viaggio.
  • Quando avete finito di fare le valigie, applicate all’esterno un’etichetta con il vostro nome e cognome e l’indirizzo dell’albergo a destinazione. Applicate invece all’interno l’indirizzo di casa o di un recapito permanente: così avrete più probabilità di vedere ritornare la vostra valigia se dovesse andare perduta per molto tempo. Non scrivete l’indirizzo di casa all’esterno, perché sarebbe un esplicito invito a svaligiare l’appartamento temporaneamente vuoto da parte di qualche malintenzionato;
  • Fate attenzione a:
    cerniere lampo, sono molto robuste quelle in nylon e dovrebbero essere inserite tra il tessuto e la fodera;
    chiusure, le migliori sono quelle incassate nell’intelaiatura, allora non si apriranno accidentalmente afferrando in malo modo la valigia;
    ruote, ideali sono quelle incassate nella valigia, le valigie con le ruote devono avere una maniglia, una barra rigida o una cinghia per tirarle;
    maniglie, evitate quelle che tagliano le mani, scegliete possibilmente quelle rivestite.
  • Non riempitele troppo; farlo, sottopone le maniglie e le chiusure ad uno sforzo inutile.
  • Usate una lista di controllo, che avrete precedentemente redatto, così quando verrà il momento di fare le valigie, potrete spuntare i vari oggetti ed essere certi di non aver dimenticato niente. La stessa lista vi servirà ogni volta che lascerete un hotel, sempre per evitare di dimenticare qualcosa. Questo piccolo accorgimento vi eviterà inutili stress e disagi.
  • Cominciate con le cose rigide e ingombranti, come le scarpe, il necessario da barba e da bagno e metteteli sul fondo.
  • Allacciate le giacche dei vestiti, stendetele con le maniche piegate al centro del dietro e separatele con carta velina.
  • I pantaloni dovrebbero essere messi uno sopra l’altro, ripiegando le gambe all’interno della valigia; fa risparmiare spazio e impedisce che si stropiccino o prendano una brutta forma.
  • Infilate le maniche delle camicie una dentro l’altra, in modo che sembrino una camicia sola a più strati e poi piegatele in due.
  • Mettete le calze nelle scarpe o usatele per riempire gli spazi vuoti, in modo da impedire che gli abiti si spostino.
  • Le cravatte andrebbero piegate con cura per evitare che si stropiccino.
  • Le cinture potrebbero creparsi, quindi arrotolatele.
  • Se avete una valigia morbida, terminatela con un asciugamano o un maglione di lana o qualcosa di morbido e spesso per proteggere le altre cose.
  • Chiudete bene tubetti, bottiglie di profumi e altri contenitori di liquidi e sistemateli in un sacchetto impermeabile.
  • Il vostro bagaglio a mano dovrebbe contenete oggetti da toletta, della biancheria di ricambio, e una camicia o una maglietta, nel caso in cui le valigie finissero nella città o nel posto sbagliato.
  • Quando arrivate in albergo, appendete in bagno i vestiti leggermente spiegazzati e aprite completamente il rubinetto dell’acqua calda della doccia. Il vapore farà scomparire le pieghe.
  • Nel caso il vostro viaggio preveda dei pernottamenti a bordo di navi o traghetti, ricordate di portare con voi in cabina un bagaglio a mano con quanto necessario per la notte, poiché  una volta saliti a bordo non potrete in nessun modo accedere al bagagliaio del bus con cui state effettuando il viaggio, dove si trova la vostra valigia.